Oggi vi proponiamo l’intervista a Michele Iuorio, Senior Manager di Iuorio Arredamenti, in cui parleremo del futuro delle cucine spaziando tra il messaggio semantico che deve trasmettere una cucina, le novità del settore, i materiali e le tecnologie che verranno integrate! ma non solo, parleremo del ruolo della donna e delle tradizioni che essa trasmette nel mondo cucina!

In che modo l’architettura del “locus cucina” risente della femminizzazione dell’occupazione nel mondo del lavoro?

Direi che  il modo migliore per aiutare una donna oggi è di metterle a disposizione quanto la tecnologia offre per semplificare la vita. Che si tratti di una lavastoviglie, una asciugatrice, un forno a microonde.

C’è ancora spazio per il romanticismo in quell’ambiente che per tradizione è ed era “il regno della donna”?

Le donne di oggi mi sembrano meno “casalinghe” anche se probabilmente più “disperate” delle loro madri. C’è anche una parità maggiore con l’uomo nel cucinare, una differenza che rimane a volte è che l’uomo cucina più per piacere, la donna anche per dovere!  Non mi appassiona questa visione romantica della cucina, mi piace che essa, come il resto degli ambienti della casa, esprima la personalità di chi la abita!

Qual’è il messaggio semantico che deve trasmettere per te la cucina?

Direi l’insieme di tutte le cose. La tecnologia permette di migliorare la sicurezza e la funzionalità degli aspetti “materiali”. Gli aspetti immateriali sono però quelli più interessanti. Ci parlano di come la cucina viene usata dalle persone, di come queste si relazionino tra la loro famiglia e con i loro eventuali ospiti. Trovo che le cucine e il bagno siano gli ambienti che più raccontano lo stile di vita delle persone che li abitano.

Si può dire che la cucina sia stata uno status symbol?

Come dicevo prima, penso che la cucina e il bagno siano gli ambienti che più raccontano lo stile di vita delle persone che li abitano. la tentazione di seguire le proposte a volte altisonanti delle aziende c’è, cosi come a volte il motivo per farlo è di natura esibizionistica. Indubbiamente, dagli anni 50 in poi, la cucina e gli elettrodomestici che la compongono hanno rappresentato le tappe di un evoluzione dello status sociale.

Come ti immagini la “cucine del futuro” ?

Da un lato, una sempre maggiore contaminazione delle cucine domestiche con elementi derivati dalle cucine industriali. Quindi una continua evoluzione in senso migliorativo degli aspetti funzionali, ergonomici e tecnologici. Una cucina per chi ama cucinare insomma, dove questi elementi tecnici diventino anche estetici.

Dall’altro, un processo opposto. Oggi la cucina, negli appartamenti moderni, vede sempre più ridursi lo spazio a lei dedicato fino a diventare “angolo cottura” all’interno di un unico spazio living, se volete approfondire questa tendenza vi consiglio di leggere e dare uno sguardo alla nostra sezione Total living sul nostro sito.